NELLA RISERVA NATURALE GEOLOGICA DEL PIACENZIANO

L’eccezionale ricchezza di fossili in questa zone, nota già a Leonardo da Vinci (che ne ha lasciato memoria nel codice Leicester), ha indotto gli studiosi a utilizzare il termine Piano Piacenziano, coniato dal geologo svizzero Karl Mayer, con il quale è oggi indicato il periodo di storia della terra compreso tra 3,5 e 2,5 milioni di anni fa.
Il maggior contributo alle conoscenze del Pliocene lo si deve a Giuseppe Cortesi che creò nell’Ottocento una grande ed importante collezione dei reperti fossili locali, riconosciuta poi più tardi dalla comunità scientifica, attraverso lo studio della quale le associazioni faunistiche documentano il cambiamento climatico che accompagnò le grandi glaciazioni.
“Mi recai in quel rivo fiancheggiato da altissime ed ineguali sponde, e tutte le vidi formate a strati paralleli regolarissimi, seminati di marine conchiglie della più rara conservazione, siccome lo sono tutte quelle che trovansi in tutti i colli conchigliacei di questi Ducati. Vidi similmente che, siccome in tutti questi colli, sino a certa altezza le stratificazioni inferiori sono di marna cerulea, e che le superiori sono composte di sabbia rossiccia…”.
Così disse nel 1834 Giuseppe Cortesi.

A pochi passi da Veleia

Veleia, antica città romana dai numerosi reperti. E su uno di questi, il famoso “fegato etrusco”, una massiccia riproduzione in bronzo dell’organo bovino, spicca, guarda il caso, una bella dedica al dio etrusco del vino!
E sicuramente, questa godereccia divinità non può non aver apprezzato uno dei vini più antichi della zona, il Gutturnio, su ricetta di tal Lucio Calpurnio Pisone, di madre piacentina. In quanto suocero di Giulio Cesare, va da sé che fu un “testimonial” d’eccezione per decretare la fama del vino da lui realizzato.
Anche il nome di questo vino trasuda storia: deriva, infatti, da Gutturnium, una coppa d’argento romana, ritrovata nel 1878. L’usanza era quella, a fine pasto, di passarsela di mano in mano, in segno di amicizia e fratellanza, una sorta di “bicchiere della staffa” ma, una volta tanto, senza bisogno di una guerra.

TRA IL CASTELLO DI VIGOLENO

Arroccato tra la Riserva Geologica del Piacenziano e il Parco Fluviale dello Stirone, il borgo medioevale è fra i più suggestivi e ricchi di storia del piacentino. Le sue fortificazioni sono giunte intatte fino a noi, e ancor oggi domina la campagna circostante e i suoi vitigni. Dal 2002 è certificato dall’A.N.C.I. come uno dei “Borghi più belli d’italia” ed è stato insignito della Bandiera Arancione da parte del Touring Club Italiano. La zona è posta inoltre lungo il percorso della “Via Francigena”.

.. E CASTELL'ARQUATO

Bellissimo borgo medioevale e città d’arte. Strategicamente situato sulle prime alture della Val D’Arda, il borgo medioevale e’ arroccato lungo la collina, e domina il passaggio. Dista a circa trenta chilometri dal capoluogo Piacenza e poco di più da Parma. Il centro storico si é sviluppato sulla riva sinistra del torrente Arda. Il borgo è costruito secondo la struttura dei borghi medioevali e non ha subito negli anni modifiche degne di nota. Un borgo in cui cultura, storia, ricchezze naturalistiche e gastronomia si fondono in una armonia perfetta. Numerosi eventi che si svolgono nel paese e nei territori vicini sono un attrattiva imperdibile.

NELLE TERRE DI VERDI

Giuseppe Fortunino Francesco Verdi è stato un compositore italiano, considerato uno dei massimi operisti della storia, autore di melodrammi che fanno parte del repertorio dei teatri di tutto il mondo.
Verdi dominò la scena lirica dopo i grandi protagonisti del primo Ottocento, Gioachino Rossini, Gaetano Donizetti e Vincenzo Bellini, proseguendo la tradizione del teatro musicale italiano ed elaborando un linguaggio compositivo caratteristico e personale. Sviluppò l’opera romantica in forme molto differenti da quelle del suo contemporaneo Richard Wagner.

Sulle nostre colline

IN Un 'ambiente SELVAGGIO ED incontaminato

DA UN'AGRICOLTURA BIOLOGICA

I vini che produciamo, tutti realizzati utilizzando solo uve selezionate provenienti dalla coltivzione BIOLOGICA dei vigneti aziendali, sono il frutto dell’antica esperienza dei vignaioli piacentini, tramandata di generazione in generazione. Per noi, vinificare è un ARTE , una passione e uno stile di vita. I metodi di lavorazione sono quelli tradizionali come la cernita e la raccolta delle uve (fatta esclusivamente a mano), combinati con le moderne tecnologie di lavorazione in cantina allo scopo di ottenere vini che rispecchiano la tradizione del luogo ma che siano anche adatti alle nuove tendenze dei gusti. Il nostro principale obiettivo è infatti quello di migliorare sempre nella QUALITA’ con scelte oculate ed utilizzando i frutti della nostra terra quale migliore biglietto da visita.

NASCONO I nostri Vini

Biologici

PIACENZIANO | GUTTURNIO FRIZZANTE

Gutturnio Piacenziano

Descrizione

Denominazione: Gutturnio frizzante 2014 Biologico
Varietà delle uve: Barbera 65% , Bonarda 35%
Colore: Rosso rubino intenso con marcati riflessi porpora.
Olfatto: Apre al naso con note intensamente vinose e prosegue con sentori di mora, violetta, mirtillo e amarena. Rivela nel finale la tipica nota di mandorla.
Gusto: Alla beva è abbastanza caldo, rotondo, giustamente tannico. Abboccato, presenta una marcata freschezza che favorirà l’abbina- mento con i piatti della cucina piacentina. Lascia la bocca pulita con una persistente nota fruttata.
Abbinamento: Perfetto abbinamento con il salame piacentino, i classici pisarei e fasö, il cotechino con purè, i bolliti misti, la coppa arrosto,la costata alla griglia. Da provare con ricette a base di coniglio o pollo alla cacciatora.
Temperatura di servizio: 14-16° C

Dettagli

Tipologia del suolo:Medio impasto. Il vigneto è situato a 350 metri s.l.m.
Numero ceppi ettaro: 3300
Età delle vigne: 10 anni
Epoca di vendemmia: Prima decade di settembre
Resa media per ettaro: 80 q/ha
Vinificazione: Fermentazione in vasche di acciaio inox con lieviti indigeni, macerazione per 3 giorni con cappello sommerso alternato.
Affinamento: Metodo Charmat corto. Maturazione di 11 mesi in autoclavi di acciaio inox. Presa di spuma lieve.
Dati analitici all’imbottigliamento: Alcool 12,50% vol. – 750 ml Acidità totale 5,5 g/l

Scarica pdf scheda tecnica


 

FLEUR | SPUMANTE ROSé

Descrizione

Denominazione:  Vino spumante di qualità Rosé Biologico
Varietà delle uve: Barbera 100%
Colore: Rosa Brillante.
Olfatto: Al naso apre con eleganti aromi floreali e fruttati, sentori di frutti di bosco, mandorle e zenzero.
Gusto: In bocca esprime una buona acidità ed una piacevole e singolare morbidezza vellutata.
Abbinamento: Gli abbinamenti gastronomici proposti sono con pesce alla griglia, salumi, formaggi molli e pizza “margherita”.
Temperatura di servizio: 8-10° C

Dettagli

Tipologia del suolo: Medio impasto. Il vigneto è situato a 350 metri s.l.m. a fianco del torrente Ongina.
Numero ceppi ettaro: 3300
Età delle vigne: 11 anni
Epoca di vendemmia: Prima decade di settembre
Resa media per ettaro: 80 q/ha
Vinificazione: in bianco. Le bucce sono separate fin da subito dal mosto che fermenta a temperatura controllata tra i 12°C e i 15°C in presa di spuma primaria. In seguito, per 8 mesi i lieviti di fermentazione rimangono in agitazione attraverso la tecnica del bâtonnage.
Affinamento: Charmat lungo, 6 mesi in bottiglia prima della commercializzazione.
Dati analitici all’imbottigliamento: Alcool 11,50 % Vol. Zuccheri residui 17 g/l Acidità totale 10,5 g/l

Riconoscimenti

Bellavita_awards2star_RGBRiconoscimenti: 2 stelle Durante il Bellavita Expo Londra 2015 un team di 213 giudici tra esperti di altissimo profilo, sommelier, giornalisti e buyers hanno assaggiato e votato i prodotti candidati. I prodotti che hanno ottenuto i punteggi migliori sono poi stati suddivisi secondo questa classifica: Una stella “Simply delicious”(media oltre i 7 punti) Due stelle – “Outstanding” (media oltre gli 8 punti) Tre stelle -“Exquisite” (media oltre i 9 punti)

Scarica pdf scheda tecnica

L'ONGINO | GUTTURNIO SUPERIORE

Descrizione

Denominazione: Gutturnio Superiore 2013 Biologico
Varietà delle uve: Barbera 65% , Bonarda 35%
Colore: Rosso rubino intenso con marcati riflessi porpora.
Olfatto:Al naso, intensi aromi di frutti rossi, in particolare amarena e prugna, seguite da note di mandorla, rabarbaro, chiodi di garofano..
Gusto:Di medio corpo con una buona acidità, tannini vellutati,buona persistenza.
Abbinamento: Suggeriamo piatti come pasta fresca ripiena, carne arrosto o alla griglia, formaggi di media stagionatura.

Temperatura di servizio: 16-18° C

Dettagli

Tipologia del suolo:Medio impasto. Il vigneto è situato a 350 metri s.l.m., identico livello del torrente Ongina
Numero ceppi ettaro: 3600
Età delle vigne: 10 anni
Epoca di vendemmia:Seconda decade di settembre
Resa media per ettaro: 80 q/ha
Vinificazione:Fermentazione in vasche di acciaio inox con lieviti indigeni, macerazione per una settimana con cappello sommerso alternato.
Affinamento:6 mesi in vasche di acciaio, breve passaggio in barrique di rovere e 6 mesi in bottiglia.

Dati analitici all’imbottigliamento:Alcool 12,60% vol. – 750 ml Acidità totale 5,6 g/l

Scarica pdf scheda tecnica


 

ARCHEUS | COLLI PIACENTINI PASSITO DI MALVASIA

Descrizione

Denominazione:Colli piacentini doc, passito di malvasia 2013 biologico Ammuffato in pianta.
Varietà delle uve:Malvasia aromatica di Candia 100%. Uva storica allevata in un vigneto di circa 35 anni, situato a 350 metri sopra il livello del mare, a fianco del torrente Ongina. Viene effettuata una potatura a metà agosto. La nebbia nelle mattine d’autunno e le ideali condizioni climatiche permetto- no lo sviluppo della “muffa nobile” in pianta.
Colore: Questo vino da vendemmia tardiva con uva botritizzata da muffa nobile, mostra un colore giallo intenso dalla tonalità oro, con sfuma- ture ambrate.
Olfatto: Naso intenso, sapori di frutta gialla, albicocca secca in partico- lare, seguite da note di zafferano, fichi secchi, mandorle tostate, marza- pane.
Gusto:Di grande dolcezza, mai stucchevole grazie alla buona acidità finale.Persistente con leggeri sentori affumicati.
Abbinamento: Gli abbinamenti proposti sono con biscotti e pasticceria,con formaggi a pasta molle e gorgonzola.
Temperatura di servizio: 14-16° C

Dettagli

Tipologia del suolo: Medio impasto. Il vigneto è situato a 350 metri s.l.m.
Numero ceppi ettaro: 3500
Età delle vigne: 35 anni
Epoca di vendemmia: Le uve vengono raccolte a mano tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre.
Resa media per ettaro: 7 hl/ha
Vinificazione: Appassimento in pianta, spremitura soffice.
Affinamento: 12 mesi in barrique di rovere francese.Dati analitici all’imbottigliamento: Alcool 13,50 % vol. – 500 ml Acidità totale 5,9 g/l

Riconoscimenti


3 star Bellavita AwardsRiconoscimenti:
2 stelle Durante il Bellavita Expo Londra 2015 un team di 213 giudici tra esperti di altissimo profilo, sommelier, giornalisti e buyers hanno assaggiato e votato i prodotti candidati. I prodotti che hanno ottenuto i punteggi migliori sono poi stati suddivisi secondo questa classifica: Una stella “Simply delicious”(media oltre i 7 punti) Due stelle – “Outstanding” (media oltre gli 8 punti) Tre stelle -“Exquisite” (media oltre i 9 punti)

Scarica pdf scheda tecnica

Chi siamo

Noi di Illica, abbiamo la fortuna di vivere in una valle straordinaria, incantevole e riservata che sentiamo il dovere di preservare e valorizzare.
Respiriamo aria incontaminata, camminiamo su terreni chiari e luminosi nati da antichi mari tropicali, ascoltiamo il dolce lamento delle conchiglie fossili che si rompono sotto i nostri piedi, ci arrampichiamo su ripidi pendii per allevare le nostre viti e godiamo delle benefiche brezze serali che soffiano dal mare e dalle montagne. Su, in alto, dove trovano dimora le nostre viti più antiche, ci aspetta un paesaggio senza macchia, dove l’occhio corre tra boschi, calanchi, vigneti, castelli, antichi borghi, cavalli e qualche casa isolata.
Inverni freddi ed estati mai troppo calde, cieli limpidi e fresche brezze, forti escursioni termiche fra il giorno e la notte, sono una benedizione e riescono a creare un microcli- ma unico che ci consente di rispettare gli equilibri della natura. Da sempre, nella nostre valle, non esistono reali motivi per ricorrere a prodotti chimici e per noi, di Illica, la coltivazione biologica è una normale tradizione di famiglia, non una moda.
La storia biologica dei miei vini è iniziata con il nonno, mitico custode dell’arte della produzione dei salumi, è proseguita con il papà, ligio tutore dell’ordine, rapito dall’amore per le viti ed è arrivata a me, conquistato dalla passione per i vini che sanno essere espressioni autentiche di un territorio libero da contaminazioni ed inquina- mento. La certificazione bio delle mie uve nasce quasi vent’anni fa quando biologico era una parola nuova ma, per dirla tutta, nella famiglia Illica, biologico è la norma, la storia, la tradizione. E’ solo quello che abbiamo sempre fatto.
Etica, rispetto dell’ambiente, cultura, moda, esigenze commerciali sono buoni motivi per impegnarsi a produrre vini biologici ma non per noi: in Val d’Ongina, non serve. Semplicemente!

firma

 

Dove siamo

L’azienda vitivinicola “ILLICA” si trova in provicia di Piacenza, nel comune di Vernasca nella frazione di CASE BARANI.

Per chi arriva da Milano
Se in autostrada, uscire al casello di Fiorenzuola e proseguire sulla via Emilia in direzione Fidenza; passato il comune di Alseno, alla rotonda girare a destra per Castelnuovo Fogliani.
Tenere la strada per Vernasca per 10 km fino ad entrare nella frazione CASE BARANI.

Per chi arriva da Bologna
Se in autostrada uscire al casello di Fidenza e proseguire sulla via Emilia in direzione Fiorenzuola; usciti da Fidenza, dopo circa 5 km, alla rotonda girare a sinistra per VERNASCA per 10 KM fino ad entrare nella frazione CASE BARANI.

illica_biglietto_retro

Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per sapere dove trovare i nostri vini, per partecipare ai nostri eventi, non esitare a contattarci.
Per farlo, puoi utilizzare il form qui a fianco, oppure servirti dei recapiti diretti qui in calce.
Noi, saremo ben felici di risponderti!

Info Contatti

ILLICA | VINI
(LOCALITA’) VIA CASE BARANI 2
VERNASCA (PC) 29010
INFO@ILLICAVINI.IT
TEL. +39 0523898319